LIEDERIADI - LA STORIA

IL FESTIVAL LIEDERÌADI - 10 ANNI DI STORIA

Ha preso il via il 18 ottobre 2015 la decima edizione del Festival Liederìadi, prima e unica rassegna concertistica italiana dedicata alla musica vocale da camera di tutti i tempi e che fa riferimento a un repertorio ricco ed eclettico seguito da tanti appassionati uditori.
Ad oggi nessun direttore artistico ha mai registrato, investendo sulla liederistica, un tale successo di pubblico e di critica: un risultato ottenuto grazie alla particolare attenzione all’espressività, alla nota professionalità di cantanti e pianisti, all’accurata analisi filologica dello spartito e allo studio approfondito dei fermenti culturali e letterari legati a doppio filo al Romanticismo europeo.
Con la direzione artistica di Mirko Guadagnini, il Festival Liederìadi nasce nel 2006 a Milano ed è sempre stato ospitato in sedi di prestigio: dapprima presso la Sagrestia del Bramante adiacente alla Basilica di Santa Maria delle Grazie, in seguito all’interno della Sagrestia di San Marco nel cuore di Brera, per approdare oggi nell’elegante Palazzina Liberty, in Largo Marinai d’Italia.

Foto Festival Liederiadi
Dieci anni di attività in cui si sono esibiti artisti del calibro di Antonio Ballista, Guido Salvetti, Christian Senn e Giulio Zappa, quest’ultimo tra i pianisti italiani più interessanti del momento. Il Festival ha registrato il tutto esaurito con i Canti Ebraici di D. Šostakovich, i Liebeslieder Walzer di J. Brahms, i Quartetti di Schumann, i Lieder ebraici eseguiti da Na’ama Goldman, oltre all’appuntamento “Voci di Donna” con musiche di Chabrier e Debussy e la stupefacente messa in scena di “Volver” su musiche di M. Castelnuovo-Tedesco (marzo 2015). Ad avvalorare
le proposte, lo studio sull’aspetto musicologico e storico evidenti nelle monografie su J. Brahms, C. Chaminade, P.I. Čiakovskij e, più recentemente, su O. Respighi.
La perseveranza, la scrupolosa preparazione degli artisti, la selezione accurata del repertorio nonché l’elevata qualità espressivo-musicale contraddistinguono l’appuntamento musicale milanese arricchito quest’anno dal repertorio corale-contemporaneo, da camera barocco e opera barocca.

Il Direttore

Mirko Guadagnini debutta come direttore nel 2013 nella Petite Messe Solennelle di G. Rossini e nel 2014 al Festival Liederìadi con un appuntamento monografico su Chabrier e Debussy, a cui seguono Romancero gitano di M. Castelnuovo Tedesco, Misa criolla di A. Ramirez, Stabat Mater di G. B. Pergolesi (presso il Tempio civico di San Sebastiano di Milano) e Via Crucis di F. Liszt (nel Tempio Valdese di Milano). Inoltre, dirige lo spettacolo scenico-vocale Volver alla Palazzina liberty di Milano.
Grazie alla sua voce calda e versatile, il suo repertorio spazia dalla musica barocca a quella liederistica fino alla musica contemporanea. A partire dal 1998, quando si aggiudica il concorso e debutta con l‘As.Li.Co, la sua carriera è tutta in ascesa. Collabora con direttori di fama mondiale come Riccardo Muti, Zubin Metha, Bruno Campanella, Roberto Abbado, M. Whun Chung, Donato Renzetti, Evelino Pidò, John Eliot Gardiner, Marcello Viotti, Kasushi Ono, Daniele Rustioni, Claus Peter Flor.
La carriera solistica lo porta nei teatri più importanti: Teatro alla Scala, Châtelet a Parigi, Nazionale di Praga, Regio di Torino, Cuvilliès di Monaco di Baviera, Opéra di Lione, Opera di Seul, Opéra di Montecarlo, La Fenice di Venezia, Concertgebouw di Amsterdam, Comunale di Bologna, Verdi di Firenze, Comunale di Firenze, Grand Theâtre di Ginevra, Comunale di Modena, Seattle Theatre, Opéra di Montpellier, Auditorio di Madrid, l’Opera di Roma.

CV Mirko Guadagnini
Intensissima è l’attività concertistica con orchestre di fama mondiale: Orchestra del Teatro alla Scala, Radio France, Freiburger Orchester, Mozarteum Orchester, Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Rivoluzionaria e Romantica, Accademia Bizantina, L’Europa galante, Les Arts Florissants, La Venexiana, Orchestra della Toscana, Orchestra del Maggio Fiorentino, Orchestra Verdi, Pomeriggi musicali, Orchestra della Valle d'Itria, La Verdi di Milano.
Debutta in Scala nel repertorio barocco: nel 2005 con Il Rinaldo di Händel diretto da Ottavio Dantone, nel 2011 e 2015 con Il ritorno di Ulisse in patria e L’Incoronazione di Poppea di Monteverdi diretti da Rinaldo Alessandrini.
Vince il Grammy Awards, Choc du Monde e Premio Amadeus con Orfeo di Monteverdi (La Venexiana, Claudio Cavina) come migliore disco di opera barocca del 2008. Approfondisce l’immenso repertorio barocco con grandi maestri del calibro di John Eliot Gardiner, William Christie, Ivor Bolton, Rinaldo Alessandrini, Réné Jacobs, Peter Neumann, Ottavio Dantone, Fabio Biondi, Frieder Bernius, Giovanni Antonini, Enrico Onofri e Claudio Cavina.
Mirko Guadagnini è l’unico tenore italiano di questa generazione ad aver interpretato i tre ruoli principali (Orfeo, Ulisse, Nerone) del trittico monteverdiano con i direttori William Christie, Claudio Cavina e Rinaldo Alessandrini.
È fondatore del Festival Liederìadi, prima e unica stagione di Lieder in Italia, e dell’Intende Voci Chorus et Musici.
Porta in scena dal 2000 ad oggi i cicli liederistici più famosi, da Die Winterreise a Die schöne Müllerin, da Die schöne Magelone a Dichterliebe, da Britten, Mahler fino ad Haydn e Beethoven.
Abbina al repertorio barocco una specializzazione straordinaria nel repertorio contemporaneo operistico:
Azio Corghi (Il dissoluto assolto, Teatro alla Scala, Teatro di Lisbona 2006).
Federico Gardella (Nachtmusik, Milano 2006)
Ivan Fedele (Antigone, Maggio Fiorentino, Premio Abbiati 2007),
Hans Werner Henze (Phaedra, Maggio Fiorentino, Premio Abbiati 2008),Matteo D’Amico (Patto di sangue, Maggio Fiorentino 2009),
Filippo del Corno (Non guardate al domani, Milano 2008),
Claudio Ambrosini (Killer di parole, Fenice di venezia 2010)
Brian Current (Airlines Icarus, Verbania 2011)
Filippo Del corno (Le remède de fortune, Teatro Strehler, Milano 2012)
Karl Heinz Stockhausen (Stimmung, Los Angeles, Bologna Festival 2014)

 milanoclassica liederiadi civica fiati

Giugno 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
01
02
03
05
06
07
08
09
11
13
14
15
18
19
20
23
24
25
26
27
28
29
30
001_p.jpg