ORCHESTRA MILANO CLASSICA - LA STORIA

animation6

©MilanoClassica

L'Orchestra da Camera Milano Classica nasce nel 1993 raccogliendo l'eredità di una gloriosa istituzione milanese, l'Angelicum. Da allora la stagione di concerti che presenta in uno straordinario luogo della città, la Palazzina Liberty (una bianca perla architettonica inserita nel bel mezzo del verde di un parco), diventa un punto di riferimento fisso per il pubblico milanese, interessato ad ascoltare il grande repertorio ma anche curioso di scoprire nascoste e preziose rarità musicali. Dedita a un repertorio eclettico, grazie alla versatilità dei musicisti che ne fanno parte, Milano Classica estende oggi il suo campo di interesse riuscendo a proporre in modo persuasivo anche i capolavori del Barocco e focalizzandosi su quello che sempre più sta diventando il suo repertorio di elezione, il Classicismo, uno stile al quale si accosta sulla scorta di criteri interpretativi filologicamente informati. A fianco della propria stagione, Milano Classica si esibisce come orchestra ospite in alcune delle più prestigiose sale italiane e straniere (Svizzera, Germania, Austria, Belgio, Slovenia, Spagna, Turchia, USA), collaborando con direttori e solisti di fama internazionale. Ha suonato nel Festival di Ankara, Festival di Lubiana, Festival delle Fiandre, Eté Mosan, Fanfare Festival (Louisiana), per lo Schubert Club (St. Paul, Minnesota), per Vassar College (State of New York), l'Oratorio del Gonfalone (Roma), etc. Molti i compositori che hanno scritto appositamente per l'Orchestra e numerose le incisioni (Dynamic, Tactus,Vermeer Classics, La Bottega Discantica) premiate dalla critica specializzata. Milano Classica realizza inoltre ogni anno dei progetti per le scuole, curati da Roberto Turriani. Dal 2009 al 2013 la direzione artistica è stata affidata a Gianluca Capuano. Nel 2014 Michele Fedrigotti è stato nominato direttore artistico.

animation5

©MilanoClassica

 

Il Direttore Artistico Compiuti gli studi musicali presso il Conservatorio di Milano, diplomandosi in pianoforte e clavicembalo a pieni voti e lode, ed in composizione e direzione d'orchestra, MICHELE FEDRIGOTTI svolge un’intensa attività musicale, come pianista, compositore, direttore d’orchestra e didatta, con un’attenzione particolare a F. Chopin ed all’improvvisazione. Insegna pianoforte e materie correlate dal 1976 (Civica Scuola di Musica di Milano, poi dal '95 Conservatori di Lecce, Piacenza, Ferrara, Milano,
Alessandria, Novara, sede attuale).
Per un decennio è stato direttore pedagogico e artistico dell'Accademia Vivaldi di Locarno (CH). Tra gli enti ed istituzioni italiani e stranieri con cui ha collaborato ricordiamo il Teatro alla Scala, i Pomeriggi Musicali, l’Angelicum, Milano Classica, l’Università Cattolica a Milano, il Teatro La Fenice di Venezia, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, i Teatri Comunale di Bologna e di Firenze, il Teatro dell'Opera di Genova, il Teatro Regio di Parma, il Teatro Gioco Vita di Piacenza, l’Autunno musicale di Como, il Teatro nazionale di Varsavia, il WielkiTeatr di Poznan, l’Orchestra sinfonica della Radio e Televisione rumena di Bucarest, l’Orchestra Filarmonica ceca di Praga, l’Orchestra Nazionale della Moldavia, la RoyalPhilarmonic di Londra, Telethon Svizzera.
La sua vita professionale è stata caratterizzata da numerose collaborazioni con artisti di diverso ambito tra cui Carla Fracci, i cantanti F. Battiato, Alice, Giuni Russo, i registi Giuseppe Piccioni, Giacomo Campiotti, Alina Marazzi, gli attori Edmonda Aldini, MoniOvadia, Ferruccio Soleri., i conpositori L. Abatangelo, L. Chailly, F. Battiato, C. Galante, M. Tutino, R. Cacciapaglia, D. Lorenzini, L. Einaudi, E. Morricone, A. Nidi, A. NunezAllauca, G. Pio, T. Rinesi.
Come compositore è autore tra l’altro di una Cantata (“Cristo e i Giudici”), di musiche per il teatro ed il cinema (“Il sassofono”, “La vita che vorrei”, “Giuseppe Moscati l’amore che guarisce”, “Un’ora sola ti vorrei”, “Per sempre”) e di musiche per CD e spettacoli per l’infanzia: “Pepè e Stella” (2006) “Ranocchio” (2009), “Chien bleu” (2010), “Piccolo Asmodeo” (2012), “La Pietra e il Bambino” (2013), “I musicanti di Brema” (2012), "Sette veli intorno al re" (Sony Music 2004).
Ha fondato nel 2009 l’Associazione musicale Kairòs, per la diffusione della cultura musicale, di cui è presidente.
Dall’inizio del 2014 è direttore artistico dell’Orchestra da camera Milano Classica, con cui si ricorda, per l’inaugurazione della stagione 2010/11, l’esecuzione del concerto op. 11 di F. Chopin su Broadwood del 1849.

Michele Fedrigotti Milano Classica

©MilanoClassica

milanoclassica liederiadi civica fiati

 

Agosto 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
004_p.jpg